Stampa

Notizie storico - amministrative

LA STORIA DEL COMUNE

Campo Calabro viene eretto Comune autonomo nel 1807 . Dopo 120 anni di vista amministrativa, con Regio Decreto del 7 luglio 1927 n. 1195 viene retrocesso a semplice “rione” della cosidetta “Grande Reggio” voluta dal fascismo. A seguito della legge 29 dicembre 1931 con la quale Villa San Giovanni riacquistò la propria autonomia (era stata infatti anche essa aggregata a Reggio con il decreto del 1927), Campo Calabro, assieme a Cannitello e Fiumara divenne frazione del Comune di Villa fino al 1947 . Finita la guerra, a seguito di una petizione presentata al Ministero degli Interni da 970 cittadini campesi, ebbe inizio la procedura amministrativa per l’erezione di Campo in Comune autonomo. Il Consiglio Comunale di Villa San Giovanni, il 14 febbraio del 1947 dette parere favorevole alla ricostituzione in Comune autonomo di Campo Calabro . Sennonchè, ricevuti i pareri favorevoli dell’Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria e del Ministero dell’interno, il 25 agosto 1948 il Consiglio Comunale di Villa ritornò sulla propria decisione in quanto a Cannitello si era sviluppato un movimento contrario al distacco di Campo Calabro, ritenendo giusto erigere in Comune anche Cannitello oltre Campo. A ciò si aggiunga che nel frattempo Fiumara aveva già chiesto ed ottenuto l’autonomia . Della questione si occupò l’on. Francesco Geraci, Deputato socialista nativo di Campo Calabro, già nel 1946 Commissario Prefettizio della provincia di Reggio Calabria, che in quella veste aveva già espresso un parere favorevole al ritorno di Campo Calabro all’autonomia comunale. Geraci presentò il 13 ottobre 1948 la proposta di legge n. 138 “Ricostituzione del Comune di Campo Calabro in provincia di Reggio Calabria” . La proposta di legge venne esaminata ed approvata in sede legislativa dalla I Commissione della Camera dei Deputati il 1 aprile 1949 ed approvata in sede deliberante dalla I Commissione del Senato il 15 dicembre 1949 . Il provvedimento divenne legge con il numero 15 del 5 gennaio 1950 e fu pubblicato sulla G.U. il 10 febbraio 1950 .

testi e ricerche storiche : Dott. Rocco Alessandro Repaci

fonti : archivio storico della Camera dei Deputati

si ringrazia per la collaborazione alle ricerche l'Arch. Antonio Napolitano

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo